Con una recente Sentenza del Tribunale di Pistoia (n. 921-16 del 20-10-2016) un’imprenditrice toscana ha ottenuto il recupero di circa Euro 80.000 dal momento che la Banca controparte ha praticato USURA sui tassi d’interesse applicati ai rapporti di conto corrente.

La vicenda

Nel caso in esame la cliente, nell’esercizio della propria attività imprenditoriale, aveva stipulato con la banca due Conti Correnti, in forza dei quali la banca Le aveva concesso un’apertura di affidamento bancario.

L’imprenditrice ha citato in giudizio l’istituto di credito con l’accusa di aver concordato condizioni contrattuali illegittime per quel che concerne il tasso di interesse non espressamente pattuito per iscritto, la capitalizzazione degli interessi passivi e le Commissioni di Massimo Scoperto (CMS) e per aver praticato interessi usurari.

Contestualmente all’avvio della causa, la cliente aveva richiesto alla Banca anche la copia dei contratti originali di cui non era più in possesso, ma la controparte aveva provveduto a consegnare la documentazione solo nel corso del giudizio.

Il Consulente Tecnico d’Ufficio (CTU), incaricato dal Giudice di effettuare il ricalcolo dei rapporti “dareavere tra cliente e banca, e dunque l’effettivo saldo dei conti, ha scorporato dal conteggio le CMS illegittime in quanto non pattuite correttamente e prive dell’indicazione dei criteri di calcolo della commissione stessa.

La sentenza

Il Giudice, a seguito del ricalcolo, ha accolto le richieste dell’imprenditrice, giustificando la parziale nullità dei contratti per usurarietà dei tassi praticati. Infatti nel calcolo del TEG, seppur sulla base di un orientamento giurisprudenziale dibattuto, unitamente alla ulteriori spese correlate all’erogazione dell’affidamento, devono essere incluse le Commissioni di Massimo Scoperto (CMS) .

Il perito ha evidenziato ben 16 trimestri usurari, Inoltre, per tutta la durata dei conti correnti, in particolare del Conto Corrente ordinario, sul quale erano maggiormente addebitate competenze dell’affidamento, la Banca ha applicato delle clausole indeterminate ed indeterminabili relativamente alle modalità di applicazione delle CMS,  consentendone la nullità ex art 1346 e 1418 C.C.

Per le suddette ragioni, il Tribunale di Pistoia ha condannato la Banca alla restituzione di Euro 69.891,19 oltre al pagamento delle spese di lite quantificate in Euro 8.953,33.

Perché è importante affidarsi ad analisti esperti

Affidare a Martingale Risk l’analisi dei Suoi estratti conto bancari non costa nulla, e può portare a recuperare importi ormai anche dimenticati. In maniera gratuita e senza impegno, Martingale Risk verifica la presenza di concrete possibilità di contestazione dei contratti di conto corrente bancari sottoscritti.

Una volta accertata, tramite un Check-up gratuito, la presenza di anomalie contestabili alla Banca e gli importi potenzialmente recuperabili, Martingale Risk propone un mandato professionale finalizzato al recupero di tutto quanto illegittimamente pagato, facendo leva sulle migliori competenze professionali tecniche e legali disponibili presso la propria struttura.

Ciò è possibile grazie al team di ingegneria finanziaria, strettamente integrato con un team di legali, entrambi altamente efficienti e specializzati nel recupero dei costi e delle perdite subìte dai clienti.

I Casi di successo ottenuti da Martingale Risk dimostrano come siano moltissime le imprese, i Privati e gli Enti locali che, in fase stragiudiziale o in corso di causa, hanno negoziato un accordo transattivo con la banca e recuperato/risparmiato le somme indebitamente corrisposte e le perdite ingiustamente subite, con piena soddisfazione.

Il tutto assistito dalla Politica del Costo Zero: in alcuni casi preventivamente selezionati, Martingale Risk valuta la possibilità di aiutare i clienti proponendo loro un mandato professionale tutto “al variabile”, con un compenso calcolato unicamente sugli importi recuperati e/o risparmiati ottenuti a seguito di accordo transattivo. Ciò permette ai clienti di recuperare le somme indebitamente corrisposte alle Banche senza dover sostenere un ulteriore aggravio di costi o spese.

Per prenotare un check-up gratuito è sufficiente compilare il form sul ns sito (www.martingalerisk.com) oppure scrivere a info@martingalerisk.com o contattare i ns uffici ai seguenti recapiti telefonici:

Roma – Largo del Nazareno, 15

Tel. 800 057750 – 06/32652828

Milano – Via Privata Maria Teresa, 4

Tel. 02/89092280

Con i migliori saluti,

Martingale Risk