Ottobre 2020 – Azienda Romana – Conto Corrente

Azienda specializzata nell’erogazione di servizi di assistenza sanitari ha fatto riferimento a Martingale Risk per verificare le spese e gli interessi del proprio conto corrente. I nostri esperti, tramite un’analisi approfondita, hanno rilevato forti criticità a carico dell’istituto, quali: applicazione di tassi di interesse ultralegali, anatocismo, e applicazione di commissioni di massimo scoperto illegittime. Tramite accordo transattivo il nostro cliente è stato risarcito della somma di € 800.000. 

Accordo raggiunto in 24 mesi dalla firma del mandato


Ottobre 2020 – Azienda Romana – Conto Corrente

Azienda operante nel settore dei rifiuti industriali ci ha contattato per analizzare il comportamento della banca in merito al rapporto di conto corrente in essere tra le parti. I nostri professionisti hanno accertato che l’istituto ha applicato tassi di interesse sfavorevoli, oltre alla illegittima applicazione dei tassi in misura superiore rispetto a quella pattuita. Il tribunale di Roma ha così rideterminato il saldo del conto corrente, tenendo conto delle poste illegittime. Da un presunto debito del cliente nei confronti della banca di € 71.000 si è passati ad un credito della società nei confronti della banca di € 92.000. Il beneficio economico complessivamente ottenuto dal cliente della Martingale Risk è stato di circa € 163.000. 

Accordo raggiunto in 30 mesi dalla firma del mandato 


 Ottobre 2020 – Azienda Campana – Conto Corrente

Azienda specializzata nella vendita di abbigliamento tecnico ha chiesto a Martingale Risk la verifica del conto corrente intrattenuto con la propria banca. I nostri esperti hanno analizzato il conto corrente ed evidenziato l’illegittimità del saldo negativo dovuto all’applicazione di interessi usurari, di anatocismo, nonché applicazione di commissioni di massimo scoperto irregolari. il Tribunale di Napoli ha rideterminato correttamente il saldo del conto, riducendo il debito del cliente nei confronti dell’istituto di credito di circa € 63.000, che l’azienda non dovrà dunque più pagare alla Banca.  

Accordo raggiunto in 30 mesi dalla firma del mandato 


 Ottobre 2020 – Azienda Veneta – Conto Corrente

Azienda automotive si è affidata ai nostri professionisti per far luce sui rapporti di conto corrente con la sua banca. Martingale Risk ha evidenziato la presenza di usura, di anatocismo, la non corretta pattuizione dei tassi d’interesse, oltre all’applicazione illegittima di commissioni di massimo scoperto. La contestazione si è chiusa in sede di trattativa stragiudiziale e l’istituto bancario ha accettato di restituire al cliente un risarcimento pari alla somma di € 110.000.  

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato 


Ottobre 2020 – Azienda Piemontese  –  Conto corrente 

Azienda operante nel settore automotive, con sede in provincia di Torino, si è rivolta a Martingale Risk per la verifica e l’analisi in merito alla regolarità del proprio conto corrente, stipulato con uno dei principali istituti bancari italiani. La perizia dei nostri specialisti ha evidenziato numerose criticità legate a pratiche di usura e anatocismo. Grazie al nostro team di legali il cliente ha recuperato dalla banca l’importo di € 30.000.

Accordo raggiunto in 24 mesi dalla firma del mandato  


Giugno 2020 – Azienda campana –  Conto corrente 

La perizia ha mostrato la presenza di interessi ultralegali e anatocismo. In corso di causa, la banca ha proposto un accordo transattivo con il quale ha riconosciuto al nostro cliente un beneficio economico di Euro 80.000,00.

Accordo raggiunto in 18 mesi dalla firma del mandato


Giugno 2020 – Azienda umbra – Conti Correnti 

A seguito della mediazione, i legali della banca hanno contattato il legale della Martingale Risk per proporre un accordo transattivo alla società ed evitare la citazione in giudizio. Grazie a detto accordo l’azienda ha beneficiato dello stralcio totale della propria posizione debitoria nei confronti della Banca, oltre alla restituzione di una somma per un importo pari complessivamente ad Euro 21.000.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato


Giugno 2020 – Azienda piemontese – Conto Corrente

L’analisi effettuata ha mostrato irregolarità contrattuali e costi illegittimi addebitati all’azienda. Grazie al team Martingale Risk l’azienda cliente ha vinto la causa e ha ottenuto un recupero di Euro 299.800 oltre al pagamento delle spese di lite da parte dell’istituto bancario di complessivi euro 21.387.


Maggio 2020 – Un’Azienda lombarda operante nel settore delle plastiche – Due Conti Correnti

L’Azienda ci ha chiesto di analizzare due conti correnti intrattenuti con un primario istituto bancario nazionale. L’analisi effettuata dalla Martingale Risk ha mostrato irregolarità contrattuali e costi illegittimi addebitati all’azienda. In corso di causa grazie ai legali della Martingale Risk, il cliente ha stipulato un accordo transattivo con la Banca grazie al quale ha ottenuto un beneficio economico di Euro 20.000,00.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Maggio 2020 – Azienda romana – Conto Corrente

L’Azienda ci ha chiesto di verificare la regolarità degli interessi pagati a seguito di rapporti di conto corrente intrattenuti con un primario istituto bancario nazionale. L’analisi peritale effettuata dalla Martingale Risk ha mostrato irregolarità contrattuali e interessi usurari addebitati all’azienda. Tali irregolarità sono state confermate dal tribunale di Roma, che con recente sentenza favorevole per il cliente ha condannato la banca a restituire all’azienda la somma di Euro 100.000.


Maggio 2020 – Un’Azienda campana operante nel settore dei carburanti – Conto Corrente

L’Azienda ci ha chiesto di verificare la regolarità dei rapporti di conto corrente intrattenuti con un primario istituto bancario nazionale. In corso di causa, la banca ha accettato di firmare un accordo transattivo con il quale ha riconosciuto al nostro cliente un beneficio economico di Euro 55.000,00.

Accordo raggiunto in 18 mesi dalla firma del mandato


Maggio 2020 – Un’Azienda friulana – Conto Corrente

L’Azienda ci ha chiesto di verificare la regolarità dei rapporti di conto corrente intrattenuti con un primario istituto bancario nazionale. Attraverso l’elaborazione di un’approfondita perizia tecnico-legale, volta all’individuazione e alla dimostrazione delle somme illegittimamente pagate dalla ditta, Martingale Risk in corso di causa ha permesso alla società di beneficiare di un recupero di Euro 20.000 pari al 50% dell’importo richiesto.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Aprile 2020 – Una nota azienda romana operante nel settore dell’organizzazione di eventi – Conti Correnti

l’Azienda ci ha chiesto di analizzare i conti correnti intrattenuti con una banca dagli anni Novanta. L’analisi effettuata dalla Martingale Risk ha mostrato la presenza di usura ed interessi anatocistici applicati dall’istituto di credito in corso di rapporto. L’azienda ha deciso di citare in giudizio la Banca e grazie alla positiva sentenza del tribunale di roma, ha ottenuto un beneficio economico di circa 190.000,00 Euro.

Accordo raggiunto in 24 mesi dalla firma del mandato


Aprile 2020 – Un’Azienda Campana operante nel settore alimentare – Conto Corrente

l’Azienda ci ha chiesto di analizzare la regolarità degli interessi pagati a seguito di rapporti di conto corrente intrattenuti con un primario istituto bancario nazionale. L’analisi effettuata dalla Martingale Risk ha mostrato irregolarità contrattuali e costi illegittimi addebitati all’azienda. In corso di causa grazie ai legali della Martingale Risk, il cliente ha stipulato un accordo con la Banca grazie al quale ha ottenuto un beneficio economico di 60.000,00 Euro.

Accordo raggiunto in 18 mesi dalla firma del mandato


Marzo 2020 – Un’Azienda Campana operante nel settore della ristorazione – Conto Corrente

Ci ha chiesto di verificare la regolarità degli interessi pagati a seguito di rapporti di conto corrente intrattenuti con un primario istituto bancario nazionale. L’analisi effettuata dalla Martingale Risk ha mostrato irregolarità contrattuali e costi illegittimi addebitati all’azienda. In corso di causa, il cliente e la banca hanno sottoscritto un accordo grazie al quale l’azienda ha ottenuto un beneficio economico di 75.000 euro.

Accordo raggiunto in 18 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2020 – Società del Veneto – Conto Corrente

Ci ha contattati per verificare la regolarità degli interessi pagati a seguito di rapporti di conto corrente intrattenuti con un primario istituto bancario nazionale. Dalla perizia tecnica elaborata dalla Martingale Risk sono emersi oneri indebitamente pagati dall’azienda ed interessi anatocistici illegittimamente applicati dalla Banca negli anni. In corso di causa, all’esito della consulenza tecnica, la Banca ha proposto alla società una transazione attraverso la quale ha restituito alla Società l’importo di Euro 100.000 a fronte di una CTU positiva che riconosceva al Cliente Euro 130.000.

Accordo raggiunto in 24 mesi dalla firma del mandato


Dicembre 2019 –  Una Società romana – Conto Corrente

Ci ha incaricato di analizzare un conto corrente  stipulato con un primario istituto di credito italiano. Grazie ad un’attenta perizia tecnica sono emersi 210.000 euro di importi illegittimamente pagati dalla società alla banca. In corso di causa, la banca ha accettato di risarcire interamente i costi illegittimi sostenuti dal nostro cliente.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato  


Novembre 2019 –Azienda Pugliese – Conto Corrente

Ci ha chiesto di verificare il proprio conto corrente affidato. Attraverso l’elaborazione di un’approfondita perizia tecnico-legale, volta alla dimostrazione di somme illegittimamente pagate dall’impresa, i legali convenzionati Martingale Risk, in corso di causa hanno permesso alla società di stipulare un accordo con la Banca, attraverso il quale ha potuto beneficiare di un recupero del 50% dell’importo richiesto.

Accordo raggiunto in 14 mesi dalla firma del mandato


Ottobre 2019 –Società dell’Emilia Romagna specializzata nella fabbricazione di macchine per l’industria alimentare, delle bevande e del tabacco – Conto Corrente

Ci ha incaricati di analizzare un conto corrente stipulato nel 2000 con un primario istituto di credito italiano. Dopo una prima fase stragiudiziale, che non ha prodotto esiti, l’azienda ha citato in giudizio l’istituto di credito e, in corso di causa, ha trovato l’accordo il quale ha restituito al Cliente il 30% delle somme contestate.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


Settembre 2019 – Boutique di alta moda del Lazio – Conto Corrente

Ci ha contattato per essere assistita nell’opposizione al decreto ingiuntivo notificatole dalla Banca in merito al pagamento di importi derivanti da rapporti di conto corrente e di mutuo. La relazione tecnica elaborata dai periti Martingale Risk è riuscita a dimostrare come i contratti stipulati dalla Banca fossero nulli in quanto privi di elementi fondamentali quali la pattuizione di regolari CMS ed interessi ultralegali validi, oltre alla presenza
di usura e anatocismo. Con sentenza favorevole del Tribunale di Roma di Settembre 2019, l’azienda ha beneficiato del ricalcolo della propria esposizione debitoria, al netto delle somme illegittimamente richieste dalla Banca mediante decreto ingiuntivo, ottenendo così uno storno sul proprio debito di oltre Euro 160.000,00.

Accordo raggiunto in 24 mesi dalla firma del mandato


Agosto 2019 –Ditta edile lombarda – Conto corrente

Ci ha chiesto di verificare il proprio conto corrente affidato. Attraverso l’elaborazione di un’approfondita perizia tecnico-legale, volta alla dimostrazione di somme illegittimamente pagate dall’impresa, i legali convenzionati Martingale Risk, in corso di causa e a ridosso dell’attività di CTU, hanno permesso alla società di stipulare un accordo con la Banca, attraverso il quale ha potuto beneficiare del recupero di € 20.000 a fronte di un importo inizialmente contestato di Euro 40.000.

Accordo raggiunto in 18 mesi dalla firma del mandato


Agosto 2019 –Impresa edile del Lazio – Conto Corrente

Ci ha chiesto di verificare la correttezza di un
conto corrente intrattenuto per anni con una Banca nazionale. La lettera di
contestazione, ha ravvisato la presenza di tassi ultralegali ed anatocismo applicati in
maniera irregolare dalla banca. In corso di causa, Martingale Risk è riuscita a far
ottenere all’azienda, un accordo con l’istituto di credito con il quale ha recuperato
Euro 25.000 pari al 40% dell’importo richiesto.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato


Luglio 2019- Ditta della Lombardia attiva nel campo della produzione di componenti meccanici – Conto Corrente

Ha dapprima fatto analizzare alla Martingale Risk il conto corrente intrattenuto con la propria Banca dal 1994. La relazione tecnica elaborata dai periti Martingale Risk è riuscita a dimostrare come il contratto di conto corrente stipulato dalla Banca fosse nullo in quanto privo di elementi fondamentali quali la pattuizione di regolari CMS ed interessi ultralegali validi, oltre alla presenza di anatocismo praticato per tutta la durata del rapporto. Con Sentenza del Tribunale di Milano del 17/07/2019, il Giudice ha disposto la restituzione di € 117.000,00 a titolo di risarcimento degli interessi ed oneri illegittimi, oltre alle spese di lite e di CTU.


Luglio 2019 –Società della Toscana leader nelle costruzioni edili, civili e industriali – Conto Corrente

Ci ha incaricato di eseguire l’analisi tecnica su un conto corrente stipulato con un Istituto di credito italiano. L’analisi ha messo in luce anomalie legate alla presenza di usura e anatocismo in quasi tutti i trimestri analizzati. In corso di causa, la Banca si è dimostrata favorevole all’accordo e l’impresa è riuscita a recuperare complessivamente 250.000,00 Euro.

Accordo raggiunto in 11 mesi dalla firma del mandato


Luglio 2019 –Rinomata impresa di autotrasporti della Liguria – Conto Corrente

Ci ha incaricato l’analisi di un conto corrente stipulato con un Istituto finanziario italiano. La Martingale Risk ha rilevato e dimostrato, nella relazione tecnica, gravi irregolarità poste in essere dalla Banca quali anatocismo ed oneri applicati in maniera illegittima. Dopo l’invio della lettera di contestazione, il successivo incontro di mediazione si è concluso con risultato negativo. In corso di causa la banca ha invece manifestato la volontà di
risolvere la vertenza in via transattiva. Si è giunti così alla sottoscrizione di un accordo con il quale la banca ha risarcito la società della somma di Euro 40.000 che rappresenta il 70% dell’importo inizialmente richiesto.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Luglio 2019 –Storica impresa dell’Emilia Romagna specializzata in noleggio di attrezzature da cantiere – Conto Corrente

Si è affidata alla Martingale Risk per contestare tre conti correnti stipulati con un primario Istituto di credito nazionale. Grazie all’affiancamento dei professionisti di Martingale Risk, la Banca è riuscita a sottoscrivere un accordo transattivo con il quale ha restituito all’impresa la somma di € 30.000.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato 


Giugno 2019 –Azienda piemontese specializzata in ingegneria dell’automazione – Conto Corrente

Ci ha affidato l’analisi di due conti correnti intrattenuti con due primarie Banche italiane. A seguito delle due lettere di contestazione, che hanno ravvisato la mancanza di un valido contratto di conto corrente in un caso, tassi ultralegali, anatocismo ed usura in entrambi i conti correnti, Martingale Risk è riuscita a far ottenere all’azienda, in via stragiudiziale, un accordo con ciascuna Banca. In un caso, l’azienda ha recuperato Euro 60.000, che rappresenta il 70% dell’importo inizialmente richiesto. Nell’altro caso, l’azienda ha beneficiato della restituzione di Euro 80.000, pari al 50% dell’importo contestato.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato


Giugno 2019 – Storica agenzia della Campania operante nel settore del marketing – Conto Corrente

Ci ha commissionato di verificare la correttezza del proprio conto corrente intrattenuto
con un Istituto di credito italiano. Da un’approfondita perizia è emersa la presenza di
tassi ultralegali nel conto corrente. Nell’ambito della procedura di mediazione, la
Banca si è dimostrata favorevole all’accordo. Attraverso trattative bonarie, dopo
varie proposte, l’impresa è riuscita a recuperare il 100% delle somme contestate nella
lettera di reclamo inizialmente inviata alla Banca, vale a dire Euro 100.000.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Giugno 2019 – Impresa della Toscana leader nella lavorazione di metalli preziosi – Conto Corrente

Si è affidata alla Martingale Risk per contestare un conto corrente ed i contratti derivati stipulati con un primario istituto di credito nazionale. Grazie all’affiancamento dei professionisti di Martingale Risk, la Banca è riuscita a sottoscrivere un accordo transattivo con il quale ha restituito all’azienda la somma di € 110.000.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Marzo 2019 – Storico albergo della Calabria – Conto Corrente

Ci ha assegnato l’analisi di alcuni derivati e di un conto corrente stipulati entrambi con un noto Istituto di credito. La relazione tecnica elaborata da Martingale Risk ha evidenziato numerose illegittimità legate alla stipulazione dei prodotti finanziari. Grazie ai legali di Martingale Risk, in corso di
causa, la banca ha sottoscritto un accordo transattivo con il quale ha restituito all’azienda la somma di € 666.000.

Accordo raggiunto in 18 mesi dalla firma del mandato


Marzo 2019 – Società dell’Emilia Romagna specializzata nel settore della carpenteria – Conto Corrente

Ci ha incaricato di eseguire l’analisi tecnica su un conto corrente stipulato con un Istituto di credito italiano. L’analisi ha messo in luce anomalie legate alla presenza di usura e anatocismo in quasi tutti i trimestri analizzati. In corso di causa, la Banca si è dimostrata favorevole all’accordo e l’impresa è riuscita a recuperare complessivamente Euro 30.000 che rappresenta il 50% dell’importo inizialmente richiesto.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


Marzo 2019 – Società delle Marche che si occupa di installazione e manutenzione di impianti elettrici – Conto Corrente

Ci ha contattati per controllare il conto corrente intrattenuto con un Istituto Finanziario. A seguito della lettera di contestazione, che ha ravvisato anatocismo, tassi ultra-legali e commissioni di massimo scoperto non pattuite e dunque contestabili, Martingale Risk è riuscita a far ottenere alla Società, in via stragiudiziale, un accordo con la banca con il quale ha recuperato Euro 75.000 che rappresenta il 80% dell’importo inizialmente richiesto.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Febbraio 2019 – Rinomata impresa edile del Lazio – Conto Corrente

Ci ha affidato l’incarico di esaminare un conto corrente stipulato con una banca nazionale. La Martingale Risk ha rilevato e dimostrato, nella relazione tecnica, gravi irregolarità poste in essere dalla Banca quali anatocismo ed oneri applicati in maniera illegittima. In corso di causa, la Banca si è dimostrata favorevole all’accordo e l’impresa è riuscita a recuperare complessivamente Euro 70.000 che rappresenta il 50% dell’importo inizialmente richiesto.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Febbraio 2019 – Azienda laziale specializzata nel settore immobiliare – Conto Corrente

Ci ha incaricato di eseguire l’analisi tecnica su un conto corrente stipulato con un Istituto di credito italiano. L’analisi ha messo in luce anomalie legate alla presenza di usura, anatocismo e commissioni di massimo scoperto illegittime in quasi tutti i trimestri analizzati. In corso di causa, la banca ha accettato di firmare un accordo transattivo con il quale ha riconosciuto all’azienda la restituzione di Euro 50.000.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


Febbraio 2019 – Impresa del Lazio specializzata in servizi della ristrutturazione – Conto Corrente

Ci ha chiesto di verificare la correttezza di un conto corrente intrattenuto per anni con una Banca nazionale. A seguito della lettera di contestazione, che ha ravvisato la presenza di tassi ultralegali ed anatocismo applicati in maniera irregolare. In corso di causa, Martingale Risk è riuscita a far ottenere all’azienda, un accordo con l’istituto di credito con il quale ha recuperato Euro 15.000 pari al 40% dell’importo richiesto.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


Novembre 2018 – Società edile toscana – Conto Corrente

Ci ha affidato l’analisi di un conto corrente intrattenuto per anni con una Banca nazionale. La lettera di contestazione redatta dalla Martingale Risk ha ravvisato la presenza di tassi ultralegali ed anatocismo applicati in maniera irregolare. In sede di mediazione, grazie ai professionisti di Martingale Risk, il cliente ha sottoscritto un accordo con l’istituto di credito con il quale ha recuperato Euro 80.000, pari al 50% dell’importo inizialmente contestato.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Febbraio 2019 – Impresa del Lazio specializzata in servizi della ristrutturazione – Conto Corrente

Ci ha chiesto di verificare la correttezza di un conto corrente intrattenuto per anni con una Banca nazionale. A seguito della lettera di contestazione, che ha ravvisato la presenza di tassi ultralegali ed anatocismo applicati in maniera irregolare. In corso di causa, Martingale Risk è riuscita a far ottenere all’azienda, un accordo con l’istituto di credito con il quale ha recuperato Euro 15.000 pari al 40% dell’importo richiesto.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


Novembre 2018 – Società edile toscana – Conto Corrente

Ci ha affidato l’analisi di un conto corrente intrattenuto per anni con una Banca nazionale. La lettera di contestazione redatta dalla Martingale Risk ha ravvisato la presenza di tassi ultralegali ed anatocismo applicati in maniera irregolare. In sede di mediazione, grazie ai professionisti di Martingale Risk, il cliente ha sottoscritto un accordo con l’istituto di credito con il quale ha recuperato Euro 80.000, pari al 50% dell’importo inizialmente contestato.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Novembre 2018 – Nota impresa immobiliare lombarda – Conto Corrente

Ci ha chiesto di verificare le condizioni applicate dalla Banca al conto corrente affidato intrattenuto tra le parti da diversi anni. L’analisi ha messo in luce anomalie legate alla presenza di usura, anatocismo e commissioni di massimo scoperto illegittime in quasi tutti i trimestri analizzati. In sede di mediazione, Martingale Risk è riuscita a far ottenere al cliente un accordo attraverso il quale l’istituto di credito ha restituito alla Società Euro 30.000, pari al 50% delle somme contestate.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Ottobre 2018 – Azienda ortofrutticola dell’Emilia Romagna – Conto Corrente

Ci ha affidato l’incarico di esaminare un conto corrente stipulato con una banca nazionale. La Martingale Risk ha rilevato e dimostrato, nella relazione tecnica, gravi irregolarità poste in essere dalla Banca quali anatocismo ed oneri applicati in maniera illegittima. In corso di causa, la banca ha accettato di firmare un accordo transattivo con il quale ha riconosciuto all’azienda la restituzione di Euro 130.000 che rappresenta il 50% dell’importo inizialmente richiesto.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


Ottobre 2018- Rinomata impresa edile del Piemonte – Conto Corrente 

Ci ha contattato per verificare la correttezza del proprio conto corrente intrattenuto con un Istituto di credito italiano. Da un’approfondita perizia è emersa la presenza di tassi ultralegali nel conto corrente. Nell’ambito della procedura di mediazione, la banca si è dimostrata favorevole all’accordo. Attraverso trattative bonarie, dopo varie controproposte, l’impresa è riuscita a recuperare complessivamente il 80% delle somme contestate nella lettera di reclamo inizialmente inviata alla banca, vale a dire Euro 40.000.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Luglio 2018 – Nota impresa edile siciliana – Conto Corrente 

Ci ha affidato l’analisi di un conto corrente intrattenuto per anni con una Banca nazionale. A seguito della lettera di contestazione, che ha ravvisato la presenza di tassi ultralegali ed anatocismo applicati in maniera irregolare. In sede di mediazione Martingale Risk è riuscita a far ottenere al cliente, un accordo con l’istituto di credito con il quale ha recuperato Euro 40.000 che rappresenta il 50% dell’importo inizialmente richiesto.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Giugno 2018 – Ditta edile operante in Lombardia – Conto Corrente 

Ha dapprima fatto periziare alla Martingale Risk il conto corrente intrattenuto con la propria Banca. La relazione tecnica elaborata dai periti Martingale Risk è riuscita a dimostrare come il contratto di conto corrente stipulato dalla Banca fosse nullo in quanto privo di elementi
fondamentali quali la pattuizione di regolari CMS ed interessi ultralegali validi, oltre alla presenza di anatocismo praticato per tutta la durata del rapporto. Con Sentenza del Tribunale di Pavia del 5 giugno 2018, il Giudice ha annullato il debito di € 170.000 che il Cliente aveva nei confronti dell’Istituto ed ha inoltre disposto la restituzione di ulteriori € 150.000 a titolo di risarcimento degli interessi ed oneri illegittimi. Ne è risultato un beneficio economico complessivo per il ns Cliente di oltre Euro 320.000.


Giugno 2018 – Impresa del Friuli Venezia Giulia specializzata in fotovoltaico – Conto Corrente 

Ci ha incaricato di verificare i propri conti correnti affidati. Attraverso l’elaborazione di un’approfondita perizia tecnico-legale, volta alla dimostrazione dei vizi contrattuali e alla quantificazione delle somme illegittimamente pagate dall’impresa, i legali convenzionati Martingale Risk, in corso di causa e a ridosso dell’attività di CTU, hanno permesso alla società di stipulare un accordo con la Banca, attraverso il quale ha potuto beneficiare del recupero di € 40.000 a fronte di un importo inizialmente contestato di Euro 60.000.

Accordo raggiunto in 14 mesi dalla firma del mandato


Maggio 2018 – Negozio di tessuti della Lombardia – Conto Corrente 

Ci ha affidato l’incarico di esaminare un conto corrente stipulato con un Istituto di credito italiano. La Martingale Risk ha rilevato e dimostrato, nella relazione tecnica, gravi irregolarità poste in essere dalla Banca quali anatocismo ed oneri applicati in maniera illegittima. In corso di causa, la banca ha accettato di firmare un accordo transattivo con il quale ha riconosciuto all’azienda la restituzione di Euro 15.000.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


Aprile 2018 – Società del Centro Italia operante nel settore sanitario – Conto Corrente 

Ci ha affidato l’incarico di esaminare un conto corrente stipulato con un noto Istituto di credito italiano. La Martingale Risk ha rilevato e dimostrato, nella relazione tecnica, gravi irregolarità poste in essere dalla Banca quali anatocismo ed oneri applicati in maniera illegittima. In corso di causa, la banca ha accettato di firmare un accordo transattivo con il quale ha riconosciuto all’impresa la restituzione di Euro 95.000.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato 


Marzo 2018 – Impresa edile del nord Italia – Conto Corrente 

Ha contestato la regolarità di un conto corrente in essere con la propria banca. Dopo una prima fase stragiudiziale, che non ha prodotto esiti, l’azienda ha citato in giudizio l’istituto di credito e, in corso di causa, ha trovato l’accordo con la banca. L’azienda è riuscita a ridurre del 50% la propria esposizione debitoria nei confronti della banca.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


Marzo 2018 – Negozio di articoli sportivi del Nord Italia – Conto Corrente 

Ci ha contattato per affidarci l’analisi di un conto corrente intrattenuto con una primaria Banca nazionale. Da un’approfondita perizia è emersa la presenza sia di vizi formali all’interno del contratto di apertura di conto, oltre alla presenza di tassi ultralegali illegittimamente applicati. Grazie ai legali di Martingale Risk, in corso di causa, la banca ha sottoscritto un accordo transattivo con il quale ha risarcito la società della somma di € 15.000.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato 


Febbraio 2018 – Ditta individuale del Lazio – Conto Corrente 

Ci ha affidato l’analisi di un conto corrente intrattenuto per anni con una Banca ed ormai chiuso. A seguito della lettera di contestazione, che ha ravvisato la presenza di tassi ultralegali ed anatocismo applicati in maniera irregolare, Martingale Risk è riuscita a far ottenere al cliente, in via stragiudiziale, un accordo con la banca con il quale ha recuperato Euro 10.000 che rappresenta il 50% dell’importo inizialmente richiesto.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Febbraio 2018 – Società laziale operante nel settore del giardinaggio – Conto Corrente 

Ci ha chiesto di verificare i rapporti di tre conti corrente, due estinti e uno in essere, intrattenuti da anni con un primario istituto bancario nazionale. L’analisi ha messo in luce anomalie legate alla presenza di usura, anatocismo e commissioni di massimo scoperto illegittime in numerosi trimestri analizzati. Dopo un tentativo di conciliazione conclusosi negativamente, la Società ha deciso di proseguire con la causa. In corso di giudizio, sono iniziate trattative private grazie alle quali l’azienda ha beneficiato del rimborso di Euro 200.000.

Accordo raggiunto in 15 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2018 – Una S.r.l. toscana – Conto Corrente 

Ci ha incaricati di verificare la regolarità degli interessi pagati negli anni su un conto corrente intrattenuto con un primario istituto bancario. La perizia ha individuato la presenza di numerosi costi illegittimamente pagati alla banca. Infatti, in corso di giudizio, l’azienda è riuscita a ridurre la propria esposizione debitoria nei confronti della banca ottenendo uno storno sul proprio debito di Euro 200.000.

Accordo raggiunto in 24 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2018 – Una nota concessionaria romana – Conto Corrente 

Ci ha contattato per affidarci l’analisi di un conto corrente intrattenuto con una primaria Banca nazionale. Da un’approfondita perizia è emersa la presenza sia di vizi formali all’interno del contratto di apertura di conto, sia la presenza di tassi ultralegali illegittimamente applicati. Grazie ai legali di Martingale Risk, in corso di causa, la banca ha sottoscritto un accordo transattivo con il quale ha risarcito l’azienda della somma di € 55.000.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Dicembre 2017 – Libero Professionista di Potenza – Conto Corrente 

Ci ha contattato per verificare la correttezza del proprio conto corrente intrattenuto a partire dal 1991 con un Istituto di credito italiano. Da un’approfondita perizia è emersa la presenza di tassi ultralegali nel conto corrente. Nell’ambito della procedura di mediazione, la banca si è dimostrata favorevole all’accordo. Attraverso trattative bonarie, dopo varie controproposte, il Cliente è riuscito a recuperare complessivamente il 40% delle somme contestate nella lettera di reclamo inizialmente inviata alla banca, vale a dire Euro 12.000.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Dicembre 2017 – Storica officina di Trento – Conto Corrente

Ci ha affidato l’analisi di alcuni conti correnti aziendali sottoscritti nel 2005 con una primaria Banca nazionale. A seguito della lettera di contestazione, che ha ravvisato la mancanza di un valido contratto di conto corrente, oltre alla presenza di tassi ultralegali ed anatocismo, Martingale Risk è riuscita a far ottenere al cliente, in via stragiudiziale, un accordo con la banca con il quale ha recuperato Euro 30.000 che rappresenta il 70% dell’importo inizialmente richiesto.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Ottobre 2017 – Privato di Roma – Conto Corrente 

Ci ha assegnato l’analisi di un conto corrente intrattenuto con una primaria Banca nazionale dagli anni novanta. Da un’approfondita perizia è emersa non solo la mancata sottoscrizione di un valido contratto di apertura di conto corrente, ma anche la presenza di tassi ultralegali illegittimamente applicati ed anatocismo. In sede di conciliazione, la banca ha concesso al Cliente lo sconto sulla propria posizione debitoria di Euro 20.000 pari al 90% delle somme contestate alla banca in perizia.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Luglio 2017- Società alberghiera della provincia di Palermo – Conto Corrente 

Si è affidata ai professionisti e ai legali della Martingale Risk per verificare la regolarità di un conto corrente intrattenuto con un noto istituto bancario fin dal 1985. Da un’approfondita perizia è emersa non solo la mancata sottoscrizione di un valido contratto di apertura di conto, ma anche la presenza di tassi ultralegali ed anatocistici illegittimamente applicati dalla banca. Grazie alla favorevole decisione del Tribunale di Roma del 22/07/2017, il Giudice non solo ha annullato il decreto ingiuntivo con il quale la banca richiedeva al cliente il pagamento della somma di € 69.895,31 quale esposizione debitoria al 31/3/2013, ma ha altresì condannato l’istituto al rimborso in favore del ns cliente di ulteriori Euro 164.187,42. L’azienda ha dunque potuto beneficiare della restituzione di complessivi Euro 234.082,73 oltre interessi legali.


Giugno 2017 – Società della provincia di Pescara, specializzata in meccanica – Conto Corrente 

Ci ha contattato per verificare la regolarità di due conti correnti sottoscritti a partire dal 2004 con lo stesso Istituto di credito. Da un’approfondita perizia è emersa non solo la presenza di tassi ultralegali, ma anche l’applicazione da parte della banca di anatocismo e di interessi usurari in molti trimestri. A seguito dell’avvio della mediazione, i legali di Martingale Risk hanno intavolato trattative bonarie con la banca e, dopo varie controproposte, l’azienda è riuscita ad ottenere su un conto corrente uno sconto di Euro 130.000 del debito esistente, mentre sul secondo conto
corrente un beneficio economico di Euro 20.000, pari complessivamente al 40% delle somme contestate sui due conti correnti. Grazie al supporto di Martingale Risk, dunque, la Società è riuscita a ridurre notevolmente la propria esposizione debitoria nei confronti della banca.

Accordo raggiunto in 7 mesi dalla firma del mandato 


Maggio 2017 – Importante industria umbra, specializzata nella gestione del trattamento dei rifiuti – Conto Corrente 

Ci ha assegnato l’analisi di un conto corrente con affidamenti intrattenuto con una primaria Banca nazionale. Da un’approfondita perizia è emersa non solo la mancata sottoscrizione di un valido contratto di apertura di conto corrente, ma anche la presenza di tassi ultralegali illegittimamente applicati. In sede di conciliazione, la banca ha concesso alla Società uno stralcio del proprio debito di Euro 20.000.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Maggio 2017 – Importante industria umbra, specializzata nella gestione del trattamento dei rifiuti – Conto Corrente 

Ci ha assegnato l’analisi di un conto corrente con affidamenti intrattenuto con una primaria Banca nazionale. Da un’approfondita perizia è emersa
non solo la mancata sottoscrizione di un valido contratto di apertura di conto corrente, ma anche la presenza di tassi ultralegali illegittimamente applicati. In sede di conciliazione, la banca ha concesso alla Società uno stralcio del proprio debito di Euro 20.000.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Maggio 2017- Storica Ottica romana – Conto Corrente 

Ci ha affidato l’analisi di un conto corrente molto datato sottoscritto con una primaria Banca nazionale. A seguito della nostra lettera di contestazione, che ha ravvisato la presenza di tassi ultralegali, anatocismo ed usura sul rapporto di conto, siamo riusciti a far ottenere al cliente in via stragiudiziale, senza quindi bisogno di andare in causa, un accordo con la banca con il quale ha recuperato Euro 25.000 pari a circa il 70% dell’importo inizialmente richiesto.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2017 – Società a responsabilità limitata della provincia di Bergamo, specializzata in organizzazioni di eventi – Conto Corrente 

Ci ha contattato per verificare la regolarità del proprio conto corrente intrattenuto con un istituto bancario. La perizia di Martingale Risk ha rilevato oneri illegittimi applicati dalla banca in corso di rapporto per mancanza di valida pattuizione per iscritto delle condizioni economiche tra le parti. L’Azienda, sulla base dei risultati della relazione tecnica, grazie all’ausilio dei legali Martingale Risk, ha deciso di citare in giudizio la Banca, riuscendo ad ottenere con Sentenza del Tribunale di Bergamo (n. 164/2017 del 23 gennaio 2017) la dichiarazione di nullità del contratto e, per l’effetto, uno stralcio sulla propri esposizione debitoria di circa Euro 295.000. La banca è stata inoltre condannata a pagare il contributo unificato di giudizio in quanto, precedentemente alla causa, non aveva aderito al procedimento di mediazione senza mostrare alcun valido motivo.


Dicembre 2016 – Società campana – Conto Corrente 

Ci ha incaricato di avviare la procedura di contestazione in riferimento ad un contratto di mutuo fondiario e un conto corrente stipulati entrambi con la propria banca. Dalla perizia è emersa usura sia sul mutuo che sul conto corrente. Grazie all’aiuto dei professionisti Martingale Risk la società è
riuscita a recuperare, senza la necessità di arrivare in causa, la somma di € 6.000 pari al 50% delle somme inizialmente contestate.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato


Dicembre 2016 – Rinomata azienda sanitaria – Conto Corrente 

Ci ha affidato l’incarico di esaminare un conto corrente stipulato con un noto Istituto di credito italiano. La Martingale Risk ha rilevato e dimostrato, nella relazione tecnica, gravi irregolarità poste in essere dalla Banca quali anatocismo ed oneri applicati in maniera illegittima. In sede di conciliazione, la banca ha accettato di firmare un accordo transattivo con il quale ha riconosciuto all’impresa la restituzione di Euro 60.000.

Accordo raggiunto in 11 mesi dalla firma del mandato


Dicembre 2016 – Importante casa di cura della provincia di Napoli – Conto Corrente 

Ci ha affidato l’analisi di un conto corrente con affidamenti sottoscritti con primaria Banca nazionale. Da un’approfondita perizia è emersa non solo la mancata apertura del contratto del conto corrente, ma anche la presenza di interessi usurari e anatocismo. A seguito di una negoziazione assistita e della mediazione obbligatoria, la società grazie Al supporto di Martingale Risk è riuscita ad ottenere il recupero di Euro 90.000 da parte della banca.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Ottobre 2016 – Il fideiussore di una società della provincia di Lecco – Conto Corrente 

Ci ha contatto per essere assistito nell’opposizione al decreto ingiuntivo emesso in data 27 febbraio 2016 dalla banca per un debito di Euro 900.000 esistente sul rapporto di conto corrente. Dopo aver notificato in giudizio l’atto di citazione in opposizione, la banca ha intavolato trattative che nel giro di un paio di mesi hanno portato alla sottoscrizione di un accordo in corso di causa. Grazie a tale accordo, il cliente ha risparmiato Euro 730.000 attraverso l’ottenimento di uno storno sul debito iniziale.

Accordo raggiunto in 5 mesi dalla firma del mandato


Settembre 2016 – Società di Genova specializzata in rivestimenti e pavimentazioni navali – Conto Corrente 

Ci ha richiesto la verifica del proprio conto corrente intrattenuto dal 2006 con un primario istituto bancario. Dopo l’invio della lettera di reclamo alla banca, il successivo incontro di mediazione si è concluso con risultato negativo anche se, alcuni giorni dopo, gli avvocati della banca si sono mostrati disponibili alla trattativa. La banca ha definitivamente sottoscritto un accordo transattivo con il quale ha restituito alla società Euro 20.000 pari al 40% degli importi inizialmente contestato.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato


Settembre 2016 – Azienda di Piacenza attiva nella produzione di carrelli elevatori per il settore cartotecnico – Conto Corrente 

Ha contestato la regolarità dei conti correnti in essere con la propria banca. Dopo una prima fase stragiudiziale, che non ha prodotto esiti, l’azienda ha citato in giudizio l’istituto di credito e, in corso di causa, ha trovato l’accordo con la banca, ottenendo la restituzione di Euro 31.000 e rinunciando alla prosecuzione del giudizio.

Accordo raggiunto in 18 mesi dalla firma del mandato


Maggio 2016 – Importante gruppo di aziende di Roma, operante nel settore dell’assistenza sanitaria – Conto Corrente 

Ci ha chiesto di verificare i rapporti di conto corrente con aperture di credito intrattenuti da anni con un primario istituto bancario nazionale. L’analisi ha messo in luce anomalie legate alla presenza di usura, anatocismo e commissioni di massimo scoperto illegittime in numerosi trimestri analizzati. Dopo un tentativo di conciliazione conclusosi negativamente per volontà della banca di non negoziare, la Società ha deciso di proseguire con la causa. In corso di giudizio, subito dopo la notifica dell’atto di citazione, i legali della banca si sono resi disponibili alle trattative con il ns legale, accettando un rimborso in favore del cliente di Euro 130.000.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Marzo 2016 – Società della provincia di Ferrara, produttrice di attrezzature e cordami per il settore nautico ed agricolo – Conto Corrente 

Ci ha contattati per verificare i conti correnti intrattenuti con una BCC locale dal 1996. Dall’analisi sono emersi fenomeni di anatocismo, tassi ultra-legali e commissioni di massimo scoperto non pattuite e dunque contestabili alla banca. Dopo l’invio di una lettera di reclamo ed un tentativo di mediazione fallito, la banca ha chiesto tempo per elaborare la perizia di parte ed ha inizialmente offerto un importo irrisorio. Grazie al legale di Martingale Risk che ha pazientemente curato la trattativa, la banca ha definitivamente accettato di restituire alla società Euro 27.000, pari al 50% dell’importo inizialmente contestato in perizia, evitando così la causa.

Accordo raggiunto in 11 mesi dalla firma del mandato


Febbraio 2016 – Società immobiliare di Como – Conto Corrente

Ci ha incaricati di analizzare 3 conti correnti in essere dagli anni Novanta con un primario istituto di credito italiano. Dopo un primo tentativo di negoziazione realizzato attraverso l’invio della lettera di contestazione, in sede di mediazione la banca ha accettato la sottoscrizione di un accordo transattivo a saldo e stralcio con il quale ha restituito alla Società Euro 50.000, pari al 30% delle somme contestate.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato


Febbraio 2016 – Ingegnere di Roma titolare di due società operanti nel settore dei servizi tecnici ed ingegneristici – Conto Corrente 

Ci ha contattato per l’analisi dei conti correnti aziendali intrattenuti dal 1995 con un importante gruppo bancario. Durante il primo incontro di mediazione la banca ha chiesto del tempo per effettuare le controperizie e determinare la correttezza dei calcoli contenuti nelle perizie Martingale Risk. Durante il secondo incontro di mediazione la banca, riconoscendo i propri errori, ha offerto al cliente la restituzione di Euro 32.000 a fronte dei 60.000 inizialmente richiesti, restituendo il 100% degli interessi usurari indebitamente percepiti negli anni.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2016 – Azienda immobiliare napoletana – Conto Corrente 

Si è affidata a noi per contestare i conti correnti ed i contratti derivati stipulati con un primario istituto di credito nazionale. Nell’ambito di un procedimento di contenzioso, la banca ha manifestato la volontà di trattare, giungendo alla sottoscrizione di un accordo transattivo con il quale ha riconosciuto alla Società uno storno sul debito di circa € 2.000.000, evitando l’ulteriore prosecuzione del procedimento.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Dicembre 2015 – Società a responsabilità limitata di Parma, operante nel settore della fornitura di macchine agricole – Conto Corrente 

Si è rivolta a noi per contestare alla propria Banca, con la quale aveva in essere un piano di rientro dal debito, un conto corrente acceso nel 2005 ed ancora in essere. La relazione tecnica ha consentito di evidenziare indebiti per circa € 65.000 causati da anatocismo, tassi ultra-legali, commissioni illegittime e date valuta arbitrarie. Senza la necessità di arrivare in causa, la Banca ha accordato la restituzione alla Società di € 18.000, ed ha successivamente provveduto a chiudere il conto corrente oggetto di vertenza tra le parti.

Accordo raggiunto in 7 mesi dalla firma del mandato


Dicembre 2015 – Ditta individuale toscana attiva nella vendita di calzature – Conto Corrente

Ci ha contattato per verificare la correttezza del rapporto di conto corrente intrattenuto da molti anni con un importante gruppo bancario nazionale. Dalla perizia elaborata da Martingale Risk è emersa usura in molti dei trimestri analizzati, oltre ad irregolarità quali anatocismo, commissioni di massimo scoperto, interessi ultra- legali. In corso di mediazione obbligatoria la Banca ha inizialmente rigettato le contestazioni e rifiutato ogni trattativa. Subito dopo la conclusione del procedimento, la Banca ha ripreso le trattative ed accettato di firmare un accordo transattivo con il quale ha restituito al cliente la somma complessiva di € 110.000, pari al 50% degli importi inizialmente contestati.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


Settembre 2015 – Società di Verbania leader nella costruzione di sistemi innovativi di assemblaggio e collaudo – 

Ci ha contattato perché interessata a far luce sulla regolarità del conto corrente con linee di credito intrattenuto presso una banca nazionale. Dalla
perizia sul conto corrente sono emerse effettive irregolarità contestabili alla banca. Dopo un primo tentativo di conciliazione stragiudiziale non andato a buon fine, la Società ha voluto incardinare una causa che ha portato la banca ad intavolare trattative amichevoli e ad accettare, pochi mesi dopo, la sottoscrizione di un accordo transattivo con il quale si è vista costretta a restituire al cliente la somma di € 40.000 pari al 100% degli interessi indebitamente pagati da quest’ultimo.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Settembre 2015 – Un architetto di Roma – Conto Corrente 

Insospettito della propria esposizione debitoria che nel corso di alcuni anni aveva raggiunto circa € 180.000, ci ha contattato per verificare la correttezza del conto corrente intrattenuto presso uno dei maggiori istituti di credito nazionali con cui lavorava. La perizia Martingale Risk ha effettivamente ravvisato la presenza di somme illegittimamente addebitate per usura, anatocismo e commissioni di massimo scoperto. Dopo un tentativo di mediazione negativo, il legale della banca ha intavolato trattative amichevoli con la ns società che, dopo alcuni mesi, hanno permesso al cliente di raggiungere un ottimo risultato: uno sconto sul proprio debito del 70% ed un conseguente beneficio economico di circa € 80.000.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato


Settembre 2015 – Società operante nella distribuzione alimentare di Roma – Conto Corrente 

Ci ha sottoposto l’analisi dei conti correnti stipulati con la banca. Dall’analisi sono emersi fenomeni di anatocismo ed usura. La banca, che inizialmente non si è presentata in conciliazione, ha successivamente concesso alla società la restituzione di € 8.000 che sono stati scorporati dal debito complessivo del cliente.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato


Agosto 2015 – Società della provincia di Chieti, operante nel settore della meccanica di precisione – Conto Corrente 

Ha richiesto il ns intervento per verificare il proprio rapporto di conto corrente intrattenuto con primario istituto di credito nazionale. A fronte di una richiesta da parte della banca di € 55.000 relativa alla complessiva esposizione debitoria del cliente, grazie all’aiuto dei professionisti Martingale Risk la società è riuscita a firmare un accordo transattivo con il quale ha ottenuto dalla banca un saldo e stralcio di € 18.000, registrando un beneficio economico totale pari ad € 37.000,00.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


Febbraio 2015 – Azienda immobiliare napoletana – Conto Corrente 

Ha richiesto la nostra assistenza per la causa inerente i propri contratti derivati e conti correnti, sui quali era stata ravvisata la presenza di usura ed anatocismo. Grazie al legale convenzionato Martingale Risk, la Società è riuscita a stipulare un accordo con la Banca, a seguito del quale ha conseguito uno storno del debito sul conto corrente di € 400.000, oltre che l’annullamento del costo di estinzione del derivato di circa € 400.000, ottenendo un beneficio economico complessivo di circa € 800.000.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2015 – Azienda romana attiva nell’impiantistica elettrica industriale e civile – Conto Corrente 

Ci ha affidato la disamina degli estratti di conto corrente con primario Istituto di credito regionale. La relazione tecnica ha consentito di rilevare indebiti per circa € 70.000 causati da anatocismo, tassi ultra-legali, commissioni illegittime e date valuta arbitrarie. La contestazione dei nostri rilievi alla banca ha permesso di recuperare € 35.000, pari alla metà del petitum, senza ricorrere al contenzioso.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2015 – Società farmaceutica pugliese – Conto Corrente 

Ci ha affidato l’analisi di conti correnti con affidamenti sottoscritti con primaria Banca nazionale. A seguito di verifica della presenza di usura ed anatocismo contestati attraverso un’azione legale, siamo riusciti a concludere un accordo transattivo, con il quale la banca ha restituito € 315.000, pari a circa il 65% dell’importo inizialmente richiesto.

Accordo raggiunto in 11 mesi dalla firma del mandato 


Novembre 2014 – Società di trasporti della provincia di Padova – Conto Corrente 

La Società ci ha affidato l’analisi e contestazione delle competenze applicate al conto corrente da primario istituto italiano. Dall’analisi sono emersi fenomeni di anatocismo ed usura che hanno consentito di avviare il contenzioso legale. La controversia si è risolta dopo circa 1 anno dal deposito della citazione con una transazione nella quale la banca ha riconosciuto € 140.000.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Luglio 2014 – Primaria società finanziaria di Napoli (ex. 106) – Conto Corrente 

Ci ha affidato la contestazione degli interessi anatocistici, interessi ultra-legali ed usurari in merito ai conti correnti che aveva intrattenuto con una primaria banca nazionale. Nel corso di causa, affidata ai legali convenzionati con la Martingale Risk, la società è riuscita a recuperare l’importo di € 650.000 pari sostanzialmente alla totalità degli importi contestati per le motivazioni di cui sopra.

Accordo raggiunto in 7 mesi dalla firma del mandato


Settembre 2013 – Azienda siderurgica della provincia di Ravenna – Conto Corrente 

La società ci ha affidato l’incarico di trattare con una delle sue banche di riferimento il recupero di ogni onere illegittimo applicato ai conti correnti. Un’approfondita perizia sugli estratti conto ha fatto emergere la presenza di usura oltre che di anatocismo e di altri oneri illegittimi quali la CMS. In sede di conciliazione è stato possibile recuperare il 55% circa degli oneri illegittimi da noi determinati, pari ad € 170.000.

Accordo raggiunto in 7 mesi dalla firma del mandato