Ennesimo successo per la Martingale Risk che nella seduta dello scorso 11 novembre 2021 ha ottenuto un’altra importante decisione favorevole da parte del Collegio Arbitrale per le Controversie Finanziarie della CONSOB (ACF) avente ad oggetto le obbligazioni emesse da Astaldi S.p.A..

L’ACF ha infatti acclarato le responsabilità della Banca Intermediaria ed ha condannato quest’ultima a corrispondere all’investitore ricorrente la somma complessiva di € 47.935,04 oltre interessi.

Martingale Risk, società di contenzioso legale/finanziario leader in Italia nel recupero delle perdite su investimenti finanziari, per quanto concerne specificamente la questione Astaldi, è stata la prima in Italia a ritenere che le azioni risarcitorie contro le Banche Intermediarie potessero essere le uniche attività concrete ed efficaci per il recupero dei capitali perduti.

Infatti, ad oggi, tutti gli altri tentativi promossi caldamente (talvolta senza reali presupposti) da vari studi legali ed associazioni che non contemplano l’azione risarcitoria contro le banche intermediarie si sono dimostrati totalmente fallimentari ed antieconomici per i clienti.

 

La Decisione ACF

 

Gli Investitori ricorrenti, per conto dei quali Martingale Risk ha avviato l’istanza all’ACF, lamentavano che l’intermediario non avesse correttamente adempiuto gli obblighi informativi in sede di pre e post vendita delle succitate obbligazioni e l’inadeguatezza dell’operazione d’investimento rispetto ai propri “reali” profili di investitori e, più in generale, la violazione delle regole in materia di appropriatezza e di adeguatezza in materia di investimenti.

La Banca Intermediaria si difendeva evidenziando in modo argomentato la correttezza e la trasparenza del proprio operato a 360 gradi in relazione a tutti gli addebiti formulati dai ricorrenti.

Ma il Collegio ACF in ordine agli obblighi di informativa ex post ha verificato che la Banca non avesse fornito alcun tipo di informazioni circa gli eventi societari che hanno poi interessato Astaldi, che già il 28 settembre 2018 aveva chiesto l’ammissione alla procedura di concordato preventivo. Ebbene, pur in assenza di specifiche previsioni contrattuali in tal senso, la Banca era comunque gravata degli obblighi di legge quale banca depositaria ex art. 1838 c.c., del che tuttavia non vi è alcuna evidenza in atti.

Per quanto concerne invece le criticità concernenti la violazione delle regole in materia di appropriatezza e di adeguatezza la Banca non risulta aver acquisito dagli investitori ricorrenti “né le informazioni necessarie per poterne valutare l’appropriatezza rispetto al livello di conoscenza ed esperienza del soggetto che ha disposto l’investimento, né consta abbia effettuato la valutazione di adeguatezza, che avrebbe richiesto la preventiva individuazione del profilo di rischio più prudenziale ovvero la raccolta di indicazioni dai due ricorrenti sul profilo di rischio da loro prescelto come quello di riferimento”.

 

Cosa Fare?

 

Oggi più di ieri è il momento di affidarsi alla Martingale Risk per ottenere un congruo ristoro delle perdite ingiustamente subite a causa degli investimenti in strumenti finanziari come quelli di cui al presente comunicato, tramite azioni risarcitorie stragiudiziali o legali contro le Banche Intermediarie per le gravi responsabilità incorse in sede di vendita/post vendita dei titoli.

 

Martingale Risk, previa valutazione della documentazione, si rende disponibile ad assistere i propri clienti prevedendo un compenso esclusivamente a percentuale a risarcimento ottenuto, senza anticipo/acconto alcuno, ed in alcuni casi facendosi carico anche di TUTTE le spese di giudizio (caso unico in Italia).

 

Perché Martingale Risk è la scelta migliore?

 

Martingale Risk, con uffici a Milano, Roma e Londra, è l’unica realtà operante in Italia altamente specializzata nel contenzioso finanziario – al pari dei maggiori standard internazionali – in grado di coniugare le più sofisticate competenze di ingegneria finanziaria ad una profonda conoscenza ed esperienza legale,  avendo fino ad oggi recuperato più di 230 milioni di euro con più di 2.000 contenziosi gestiti – nazionali ed internazionali – ed un tasso di successo pari al 92% dei casi trattati, di cui il 58% conclusi con un accordo transattivo. Infine Martingale Risk, ad oggi, sta gestendo contenziosi per un valore complessivo superiore al miliardo di euro.

Parlano di noi le maggiori testate nazionali ed internazionali, quali: The Huffington Post, Il Sole 24 Ore, Milano Finanza, Reuters, Bloomberg, FinanzaOnline, Yahoo Finance, Il Messaggero, Libero Quotidiano, The Washington Post,  The Wall Street Journal, Panorama e molte altre.