Casi di successo 2018-11-12T12:48:34+00:00

Dicembre 2015 – Società della provincia di Mantova operante nel settore della moda

Società della provincia di Mantova operante nel settore della moda, si è rivolta a noi per contestare la regolarità di una catena di derivati sottoscritti con la banca con la quale operava abitualmente e che, fino a quel momento, avevano generato perdite complessive per €1.500.000. In corso di causa, grazie all’abilità degli avvocati di Martingale Risk, la Banca ha accettato di sottoscrivere un accordo transattivo con il quale ha riconosciuto la restituzione di € 730.000 alla Società, pari a circa il 50% delle perdite complessivamente registrate.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Dicembre 2015 – Importante Società armatoriale di Napoli

Importante Società armatoriale di Napoli attiva nel settore del trasporto marittimo internazionale di prodotti chimici e petroliferi, ci ha contattato per verificare la correttezza di 7 swap stipulati dal 2002 con primario istituto di credito nazionale, e più volte rinegoziati. I contratti negli anni avevano causato alla Società perdite milionarie. Dopo un incontro di mediazione negativo, la Società ha deciso di procedere con la causa. Una CTU favorevole ha permesso ai nostri legali di interrompere il giudizio e firmare con la Banca un accordo transattivo, grazie al quale la Società ha ottenuto rinegoziazioni favorevoli e lo svincolo delle garanzie in essere, oltre ad un rimborso per cassa di € 500.000.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Dicembre 2015 – Società a responsabilità limitata di Parma

Società a responsabilità limitata di Parma, operante nel settore della fornitura di macchine agricole, si è rivolta a noi per contestare alla propria Banca, con la quale aveva in essere un piano di rientro dal debito, un conto corrente acceso nel 2005 ed ancora in essere. La relazione tecnica ha consentito di evidenziare indebiti per circa € 65.000 causati da anatocismo, tassi ultra-legali, commissioni illegittime e date valuta arbitrarie. Senza la necessità di arrivare in causa, la Banca ha accordato la restituzione alla Società di € 18.000, ed ha successivamente provveduto a chiudere il conto corrente oggetto di vertenza tra le parti.

Accordo raggiunto in 7 mesi dalla firma del mandato


Dicembre 2015 – Ditta individuale toscana attiva nella vendita di calzature

Ditta individuale toscana attiva nella vendita di calzature, ci ha contattato per verificare la correttezza del rapporto di conto corrente intrattenuto da molti anni con un importante gruppo bancario nazionale. Dalla perizia elaborata da Martingale Risk è emersa usura in molti dei trimestri analizzati, oltre ad irregolarità quali anatocismo, commissioni di massimo scoperto, interessi ultra-legali. In corso di mediazione obbligatoria la Banca ha inizialmente rigettato le contestazioni e rifiutato ogni trattativa. Subito dopo la conclusione del procedimento, la Banca ha ripreso le trattative ed accettato di firmare un accordo transattivo con il quale ha restituito al cliente la somma complessiva di € 110.000, pari al 50% degli importi inizialmente contestati.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


Novembre 2015 – Ditta individuale leader nella produzione di salumi della provincia di Parma

Ditta individuale leader nella produzione di salumi della provincia di Parma, ci ha contattati per recuperare le perdite registrate a causa di due contratti derivati sottoscritti con un primario istituto di credito nazionale e chiusi nel 2010. La banca non ha voluto negoziare per cui il cliente ha deciso di andare in causa per indurre la controparte a trattare. Grazie ai legali di Martingale Risk, in corso di causa, addirittura prima che si celebrasse la prima udienza, la banca ha sottoscritto un accordo transattivo con il quale ha restituito alla ditta complessivamente € 160.000, pari al 60% delle perdite totali subite.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato


Novembre 2015 – Società di Roma facente parte di un importante Gruppo con primario marchio nella vendita di calzature

Società di Roma facente parte di un importante Gruppo con primario marchio nella vendita di calzature, ci ha contattato perché in grave difficoltà con la banca con la quale aveva sottoscritto due contratti derivati, ancora in vita e che, fino a quel momento, gli avevano comportato perdite per oltre € 1.000.000. Dopo la prima udienza, in corso di causa, la banca ha accettato di restituire alla Società € 600.000, da destinarsi all’estinzione anticipata dei due derivati in essere.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


 Novembre 2015 – Società per azioni di Roma operante nella vendita all’ingrosso di casalinghi ed articoli da regalo

Società per azioni di Roma operante nella vendita all’ingrosso di casalinghi ed articoli da regalo ci ha contattato per sapere se era possibile contestare un contratto derivato di € 2.500.000 stipulato nel 2000 ed estinto nel 2005 e, pertanto, molto risalente nel tempo. Dalla perizia di Martingale Risk sono emerse numerose irregolarità poste in essere dalla Banca. Dopo un tentativo infruttuoso di conciliazione stragiudiziale, l’azienda ha deciso di portare in giudizio l’istituto di credito, ottenendo in corso di causa la restituzione di € 200.000 su € 600.000 inizialmente richiesti, a dieci anni dalla chiusura del derivato oggetto di causa.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Ottobre 2015 – Famiglia benestante di Privati Investitori romani

Famiglia benestante di Privati Investitori romani si è affidata a noi perché intenzionata a recuperare le perdite subite a seguito dei risultati negativi della Gestione Patrimoniale operata da primario Istituto di Credito internazionale. Dopo un tentativo di conciliazione con esito negativo, i legali hanno intavolato trattative stragiudiziali che, dopo alcuni mesi, hanno permesso alla famiglia di ottenere un rimborso da parte della banca di € 80.000.

Accordo raggiunto in 11 mesi dalla firma del mandato


Settembre 2015 – Società di Verbania leader nella costruzione di sistemi innovativi di assemblaggio e collaudo

Società di Verbania leader nella costruzione di sistemi innovativi di assemblaggio e collaudo ci ha contattato perché interessata a far luce sulla regolarità del conto corrente con linee di credito intrattenuto presso una banca nazionale. Dalla perizia sul conto corrente sono emerse effettive irregolarità contestabili alla banca. Dopo un primo tentativo di conciliazione stragiudiziale non andato a buon fine, la Società ha voluto incardinare una causa che ha portato la banca ad intavolare trattative amichevoli e ad accettare, pochi mesi dopo, la sottoscrizione di un accordo transattivo con il quale si è vista costretta a restituire al cliente la somma di € 40.000 pari al 100% degli interessi indebitamente pagati da quest’ultimo.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Settembre 2015 – Un architetto di Roma

Un architetto di Roma, insospettito della propria esposizione debitoria che nel corso di alcuni anni aveva raggiunto circa € 180.000, ci ha contattato per verificare la correttezza del conto corrente intrattenuto presso uno dei maggiori istituti di credito nazionali con cui lavorava. La perizia Martingale Risk ha effettivamente ravvisato la presenza di somme illegittimamente addebitate per usura, anatocismo e commissioni di massimo scoperto. Dopo un tentativo di mediazione negativo, il legale della banca ha intavolato trattative amichevoli con la ns società che, dopo alcuni mesi, hanno permesso al cliente di raggiungere un ottimo risultato: uno sconto sul proprio debito del 70% ed un conseguente beneficio economico di circa € 80.000.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato


Settembre 2015 – Una famiglia benestante pugliese

Una famiglia benestante pugliese nel 2010 si è resa conto, inaspettatamente, di aver subito ingenti perdite sul portafoglio titoli che aveva dato in gestione ad una banca olandese. Si è così rivolta a Martingale Risk per verificare la correttezza della gestione patrimoniale e dei relativi investimenti operati dalla banca, attraverso una relazione tecnica che ha ricostruito tutta l’operatività. La relazione tecnica ha messo in luce numerosi comportamenti illegittimi della Banca, sia in fase di gestione del portafoglio che di reportistica ai clienti. Grazie all’esperienza dei legali e degli analisti della Martingale Risk, ai quali la famiglia aveva conferito un mandato legale per procedere con la causa, il Tribunale di Trani ha dato ragione ai clienti, ravvisando la responsabilità contrattuale della Banca, ed ha condannato l’istituto al risarcimento danni per un importo pari ad € 1.205.792,79 oltre spese di lite e di CTU.


Settembre 2015 – Società operante nella distribuzione alimentare di Roma

Società operante nella distribuzione alimentare di Roma ci ha sottoposto l’analisi dei conti correnti stipulati con la banca. Dall’analisi sono emersi fenomeni di anatocismo ed usura. La banca, che inizialmente non si è presentata in conciliazione, ha successivamente concesso alla società la restituzione di € 8.000 che sono stati scorporati dal debito complessivo del cliente.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato


Settembre 2015 – Società di capitali della provincia di Latina

Società di capitali della provincia di Latina, ci ha richiesto di poter verificare la correttezza del contratto di mutuo stipulato con la propria banca. Dalla perizia è emersa usura ed indeterminatezza del tasso. Dopo il primo incontro di mediazione negativo, la banca ha accettato di restituire alla società € 10.000 pari al 40% dell’importo inizialmente contestato.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Agosto 2015 – Società della provincia di Chieti

Società della provincia di Chieti, operante nel settore della meccanica di precisione, ha richiesto il ns intervento per verificare il proprio rapporto di conto corrente intrattenuto con primario istituto di credito nazionale. A fronte di una richiesta da parte della banca di € 55.000 relativa alla complessiva esposizione debitoria del cliente, grazie all’aiuto dei professionisti Martingale Risk la società è riuscita a firmare un accordo transattivo con il quale ha ottenuto dalla banca un saldo e stralcio di € 18.000, registrando un beneficio economico totale pari ad € 37.000,00.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato


Agosto 2015 – Società agricola della provincia di Roma

Società agricola della provincia di Roma ci ha affidato la disamina del contratto derivato stipulato con primaria banca italiana. La relazione tecnica ha evidenziato illegittimità e costi occulti applicati dalla banca. Dopo un tentativo di mediazione negativo, la banca ha contattato privatamente il legale Martingale Risk ed ha sottoscritto un accordo transattivo, grazie al quale la società ha ottenuto un’utilità economica complessiva di circa € 300.000.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Luglio 2015 – Comune ligure

Comune ligure ci ha affidato la negoziazione e l’analisi tecnico-legale di alcuni contratti IRS negoziati con primario Istituto bancario. Dall’analisi degli strumenti derivati sono emerse numerose criticità tra cui la presenza di elevati costi impliciti non dichiarati dalla banca ed il mancato rispetto della normativa di settore. Grazie all’affiancamento dei professionisti di Martingale Risk, il Comune è riuscito a concludere un accordo transattivo con la banca che ha riconosciuto all’Ente un rimborso complessivo di € 1.000.000 per l’estinzione dei derivati ancora in essere.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Giugno 2015 – Società di Cremona

Società di Cremona operante nel commercio di autoveicoli, ci ha incaricati di verificare la correttezza di un contratto derivato sottoscritto con primaria banca italiana. La negoziazione extragiudiziale con la Banca ha consentito alla Società di recuperare € 43.000,00 pari al 100% del Mark to market e ad una quota parte delle perdite subite.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Maggio 2015 – Società di Roma operante nel commercio al dettaglio di abbigliamento per uomo

Società di Roma operante nel commercio al dettaglio di abbigliamento per uomo, ci ha incaricati di verificare la correttezza di tre contratti derivati sottoscritti con primaria banca italiana, tutti estinti. La negoziazione extragiudiziale con la Banca ha consentito alla Società di recuperare € 58.000,00 pari al 100% delle perdite subite.

Accordo raggiunto in 5 mesi dalla firma del mandato 


Maggio 2015 – Società a responsabilità limitata della provincia di Varese

Società a responsabilità limitata della provincia di Varese, fornitrice di macchine e ricambi per l’agricoltura, ci ha incaricato di periziare tre derivati su tassi di interesse stipulati con primario Istituto bancario. La contestazione sui prodotti finanziari ha permesso al cliente di concludere un accordo stragiudiziale, a seguito del quale siamo riusciti a far recuperare alla Società il 50% degli importi inizialmente richiesti.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Maggio 2015 – Società di Milano operante nel settore della progettazione ferroviaria

Società di Milano operante nel settore della progettazione ferroviaria, ha sottoscritto 2 contratti derivati con primaria Banca italiana, dai quali erano risultate perdite complessive per € 185.000,00. In corso di causa, grazie all’abilità degli avvocati convenzionati Martingale Risk, la Banca ha accettato di sottoscrivere un accordo transattivo con il quale ha riconosciuto la restituzione di € 75.000,00 alla Società, pari al 40% delle perdite.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Aprile 2015 – Società di Milano

Società di Milano ci ha conferito l’incarico di analizzare 4 contratti derivati IRS stipulati con primario Istituto di credito, al fine di individuare le irregolarità poste in essere dalla Banca. Dopo un incontro di mediazione negativo, la Banca ha intavolato private trattative con Martingale Risk ed ha accettato la restituzione per cassa di € 30.000 al cliente, pari al 25% dell’importo inizialmente contestato.

Accordo raggiunto in 5 mesi dalla firma del mandato


Aprile 2015 – Società di Genova attiva nella realizzazione di sistemi di conversione di energia

Società di Genova attiva nella realizzazione di sistemi di conversione di energia, ci ha contattato per la verifica del contratto derivato stipulato con primario istituto di credito nazionale. Dall’analisi sono emerse perdite per circa € 240.000. La Banca, che non si è presentata in mediazione, ha successivamente intavolato trattative private con il nostro legale, che hanno portato al raggiungimento di un accordo transattivo e alla restituzione di circa il 30% delle perdite subite.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato


Aprile 2015 – Privato di Roma

Privato di Roma ci ha affidato l’analisi del contratto di locazione finanziaria, relativo ad un’imbarcazione, stipulato con primaria società di leasing e per il quale risultava insolvente per diverse rate. La Società di leasing aveva disposto anche la risoluzione del contratto e richiesto al cliente la restituzione dello yacht. In corso di causa iniziata dai nostri legali convenzionati, il cliente è riuscito a chiudere un accordo transattivo con il Concedente, ottenendo uno sconto del proprio debito per € 105.000.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato


Marzo 2015 – Società di Milano operante nel settore del commercio e fornitura di articoli industriali

Società di Milano operante nel settore del commercio e fornitura di articoli industriali, ci ha affidato l’analisi di due derivati estinti, del valore di € 250.000 cadauno, stipulati con primario Istituto di credito italiano. La nostra perizia ha ravvisato la presenza di irregolarità sugli stessi, tali da consentire al Cliente la contestazione di un importo pari ad € 35.000. La Banca, in fase di negoziazione e prima ancora dell’incontro fissato per la mediazione, ha accettato la sottoscrizione di un accordo transattivo, riconoscendo alla Società la restituzione del 50% degli importi inizialmente contestati.

Accordo raggiunto in 4 mesi dalla firma del mandato


Febbraio 2015 – Azienda immobiliare napoletana

Azienda immobiliare napoletana ha richiesto la nostra assistenza per la causa inerente i propri contratti derivati e conti correnti, sui quali era stata ravvisata la presenza di usura ed anatocismo. Grazie al legale convenzionato Martingale Risk, la Società è riuscita a stipulare un accordo con la Banca, a seguito del quale ha conseguito uno storno del debito sul conto corrente di € 400.000, oltre che l’annullamento del costo di estinzione del derivato di circa € 400.000, ottenendo un beneficio economico complessivo di circa € 800.000.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2015 – Un investitore piemontese

Un investitore piemontese ci aveva affidato, nel 2012, l’attività di consulenza tecnica su alcune obbligazioni LEHMAN BROTHERS, acquistate nel 2005 per un valore di circa € 80.000, dietro suggerimento del proprio gestore bancario. La Martingale Risk, dopo attenta analisi, ha rilevato e dimostrato, nella relazione tecnica, gravi irregolarità poste in essere dalla Banca. La Martingale Risk, lavorando congiuntamente ad un primario avvocato specializzato, è riuscita a vincere la causa e a recuperare la somma di € 80.734,86, pari al 100% del valore dell’investimento originario.

Accordo raggiunto in 24 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2015 – Società lombarda operante nella produzione di porte di design

Società lombarda operante nella produzione di porte di design, ci ha affidato l’analisi di 14 contratti swap stipulati tra il 2000 e il 2007 con primario istituto di credito italiano, tutti estinti. La Banca, che inizialmente aveva rifiutato ogni accordo in fase stragiudiziale, durante la causa ha firmato un accordo transattivo con il quale ha accettato di restituire al cliente € 350.000, pari a circa il 50% degli importi inizialmente richiesti.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2015 – Società di partecipazioni di Roma

Società di partecipazioni di Roma ci ha incaricato di analizzare i due contratti derivati stipulati con primario istituto bancario. La Banca, dopo un verbale di mediazione negativo, ha intrattenuto trattative amichevoli con il nostro legale, riconoscendo al Cliente la restituzione di € 200.000, pari a circa il 40% degli importi contestati.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2015 – Azienda di primissimo piano nella vendita di articoli sportivi nella zona di Bolzano

Azienda di primissimo piano nella vendita di articoli sportivi nella zona di Bolzano, ci ha sottoposto l’analisi di una catena di derivati stipulati con primario istituto di credito, per i quali aveva subito ingenti perdite. A seguito di causa iniziata dai nostri legali convenzionati, si è potuto raggiungere un accordo con il quale la Società ha ottenuto la restituzione da parte della Banca di un importo pari ad € 1.400.000.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2015 – Primaria azienda di Roma attiva nel settore del noleggio di yacht

Primaria azienda di Roma attiva nel settore del noleggio di yacht, ci ha affidato l’analisi del proprio contratto di locazione finanziaria di oltre 1 milione di euro stipulato con primario istituto di credito italiano. La Banca, pur avendo risolto il contratto di leasing e vantando un credito di € 500.000 nei confronti del cliente, a seguito di nostra contestazione per tassi ultralegali ed usura, ha sottoscritto un accordo transattivo in fase stragiudiziale con il quale ha stornato il debito del Cliente da € 500.000 ad € 60.000.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato


Gennaio 2015 – Azienda romana attiva nell’impiantistica elettrica industriale e civile

Azienda romana attiva nell’impiantistica elettrica industriale e civile ci ha affidato la disamina degli estratti di conto corrente con primario Istituto di credito regionale. La relazione tecnica ha consentito di rilevare indebiti per circa € 70.000 causati da anatocismo, tassi ultra-legali, commissioni illegittime e date valuta arbitrarie. La contestazione dei nostri rilievi alla banca ha permesso di recuperare € 35.000, pari alla metà del petitum, senza ricorrere al contenzioso.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato 


Gennaio 2015 – Società farmaceutica pugliese

Società farmaceutica pugliese ci ha affidato l’analisi di conti correnti con affidamenti sottoscritti con primaria Banca nazionale. A seguito di verifica della presenza di usura ed anatocismo contestati attraverso un’azione legale, siamo riusciti a concludere un accordo transattivo, con il quale la banca ha restituito € 315.000, pari a circa il 65% dell’importo inizialmente richiesto.

Accordo raggiunto in 11 mesi dalla firma del mandato 


Novembre 2014 – Società di trasporti della provincia di Padova

Società di trasporti della provincia di Padova. La Società ci ha affidato l’analisi e contestazione delle competenze applicate al conto corrente da primario istituto italiano. Dall’analisi sono emersi fenomeni di anatocismo ed usura che hanno consentito di avviare il contenzioso legale. La controversia si è risolta dopo circa 1 anno dal deposito della citazione con una transazione nella quale la banca ha riconosciuto € 140.000.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato 


Novembre 2014 – Società friulana attiva nella siderurgia metallurgia e fonderia

Società friulana attiva nella siderurgia metallurgia e fonderia ci ha affidato una catena di derivati speculativi con primario istituto italiano. E’stato possibile raggiungere una transazione in sede di conciliazione nella quale la banca ha riconosciuto alla società un finanziamento per oltre € 2.000.000 a condizioni vantaggiose oltre ad una retrocessione per cassa di € 86.000.

Accordo raggiunto in 11 mesi dalla firma del mandato 


Novembre 2014 – Società lombarda attiva nella produzione di mobili di lusso

Società lombarda attiva nella produzione di mobili di lusso ci ha affidato l’analisi di due posizioni in derivati, la prima con primario istituto inglese, la seconda con primario istituto italiano. In entrambi i casi, grazie all’intervento di Martingale Risk e dell’avvocato da noi incaricato, è stato possibile farsi riconoscere € 50.000 dalla banca, per un totale di € 100.000.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato 


Ottobre 2014 – Privati Investitori

Privati Investitori ci hanno conferito l’incarico di recuperare le perdite subite a seguito dei risultati negativi della Gestione Patrimoniale operata da primario Istituto di Credito internazionale. La transazione si è conclusa con la corresponsione da parte della banca, in entrambi i casi, di circa il 50% delle perdite subite.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato 


Ottobre 2014 – Società di Teramo attiva nella produzione di tecnologia per sanitari

Società di Teramo attiva nella produzione di tecnologia per sanitari. La società ci ha sottoposto una catena di derivati estinti stipulati con primaria banca italiana. I derivati erano già stati oggetto di accordo transattivo con la banca. Un attento esame dell’accordo transattivo e dei relativi derivati ci ha permesso di stipulare un nuovo patto nel quale la banca ha concesso al cliente ulteriori € 30.000.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato 


Settembre 2014 – Primaria società armatoriale con sede in Roma

Primaria società armatoriale con sede in Roma ci ha incaricati dell’assistenza tecnica nella contestazione di derivati su tassi con primaria banca italiana. Grazie al nostro supporto nella trattativa stragiudiziale siamo addivenuti ad una restituzione da parte della banca di oltre € 2.000.000.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato 


Luglio 2014 – Primaria società finanziaria di Napoli

Primaria società finanziaria di Napoli (ex. 106) ci ha affidato la contestazione degli interessi anatocistici, interessi ultra-legali ed usurari in merito ai conti correnti che aveva intrattenuto con una primaria banca nazionale. Nel corso di causa, affidata ai legali convenzionati con la Martingale Risk, la società è riuscita a recuperare l’importo di € 650.000 pari sostanzialmente alla totalità degli importi contestati per le motivazioni di cui sopra.

Accordo raggiunto in 7 mesi dalla firma del mandato 


Giugno 2014 – Società veneta produttrice di calzature

Società veneta produttrice di calzature, ci ha affidato la contestazione di una catena di derivati di copertura, per i quali aveva comunque pagato costi occulti. Attraverso la contestazione di detti costi occulti, abbiamo recuperato in sede di conciliazione € 18.000, pari alla totalità dei costi contestati.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato 


Giugno 2014 – Società emiliana leader nella lavorazione della carne suina

Società emiliana leader nella lavorazione della carne suina ci ha affidato la contestazione a primario istituto italiano delle perdite subite a causa di due derivati di tasso di interesse aventi natura di copertura: abbiamo recuperato € 50.000 in mediazione, pari alla totalità dei costi occulti contestati alla banca.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato 


Aprile 2014 – Società di distribuzione farmaceutica della provincia di Bari

Società di distribuzione farmaceutica della provincia di Bari ci ha affidato l’incarico peritale su un portafoglio di derivati stipulati con primario istituto di credito italiano: in corso di causa, a ridosso dell’attività di CTU, la società ha stipulato una transazione con la banca dove quest’ultima ha riconosciuto al cliente l’importo di € 500.000, pari al 65% del totale delle perdite subite.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato 


Aprile 2014 – Società trevigiana attiva nelle impiallacciature

Società trevigiana attiva nelle impiallacciature. La società ci ha affidato la contestazione a primaria banca italiana di perdite da derivati speculativi e da anatocismo e usura su conti correnti: abbiamo recuperato in negoziazione extra-giudiziale l’importo di € 105.000.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato 


Marzo 2014 – Società produttrice di componenti elettroniche e meccaniche per automobili della provincia di Milano

Società produttrice di componenti elettroniche e meccaniche per automobili della provincia di Milano. La società ci ha affidato la contestazione di derivati speculativi con primario istituto italiano, con il quale era anche in corso una moratoria sul debito: abbiamo recuperato € 300.000 senza compromettere la ristrutturazione del debito.

Accordo raggiunto in 10 mesi dalla firma del mandato 


Gennaio 2014 – Società cartotecnica della Provincia di Treviso

Società cartotecnica della Provincia di Treviso ci ha affidato la contestazione delle perdite subite a causa di una catena di derivati speculativi, oltre agli interessi anatocistici e usurari sul conto corrente. A seguito di una negoziazione tecnica con primaria banca italiana, è stato possibile recuperare € 105.000, pari a circa un terzo degli importi contestati sia in termini di contratti derivati che di conti correnti bancari.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato 


Gennaio 2014 – Società armatoriale emiliana

Società armatoriale emiliana ci ha affidato la contestazione di numerosi derivati, sia di tasso di interesse che di tasso di cambio, in capo a due società del gruppo con primario istituto bancario. In seguito ad una contestazione e successiva negoziazione, è stato possibile recuperare in fase extragiudiziale il 30% delle perdite totali subite e del costo di estinzione anticipata, pari a € 420.000.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato 


Dicembre 2013 – Società romana grossista nella distribuzione di elettrodomestici

Società romana grossista nella distribuzione di elettrodomestici ci ha affidato la contestazione di una catena di derivati estinti. Attraverso una perizia tecnica ed una successiva contestazione e negoziazione è stato possibile recuperare € 55.000 pari a circa il 30% del totale delle perdite.

Accordo raggiunto in 5 mesi dalla firma del mandato 


Novembre 2013 – Società operante nella zona di Jesolo

La società, operante nella zona di Jesolo, aveva sottoscritto alcuni contratti derivati che avevano provocato perdite in termini di differenziali. Martingale Risk ha contestato tale posizione alla banca ed ottenuto la restituzione di € 40.000, pari al 40% delle perdite totali, attraverso un accordo extra-giudiziale. La società non ha anticipato alcun costo fisso per questa posizione, né in termini di parcella alla Martingale Risk né di tipo amministrativo.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato 


Ottobre 2013 – Società romana di costruzioni

Società romana di costruzioni ci ha sottoposto un unico derivato vanilla di importo rilevante a copertura di un finanziamento con primaria banca italiana, scaduto nel 2009. In sede di conciliazione è stato possibile recuperare l’importo di € 380.000, pari al 50% dei costi occulti applicati dalla banca in sede di stipula.

Accordo raggiunto in 6 mesi dalla firma del mandato 


Settembre 2013 – Azienda siderurgica della provincia di Ravenna

Azienda siderurgica della provincia di Ravenna. La società ci ha affidato l’incarico di trattare con una delle sue banche di riferimento il recupero di ogni onere illegittimo applicato ai conti correnti. Un’approfondita perizia sugli estratti conto ha fatto emergere la presenza di usura oltre che di anatocismo e di altri oneri illegittimi quali la CMS. In sede di conciliazione è stato possibile recuperare il 55% circa degli oneri illegittimi da noi determinati, pari ad € 170.000.

Accordo raggiunto in 7 mesi dalla firma del mandato 


Agosto 2013 – Azienda toscana attiva nell’import export di prodotti ittici.

Azienda toscana attiva nell’import export di prodotti ittici. La società ci ha affidato l’incarico di assisterla nel recupero delle perdite subite a causa di una catena di derivati speculativi contratti con primario istituto italiano. A seguito di una negoziazione amichevole abbiamo ottenuto un recupero di oltre 1/3 delle perdite a suo tempo subite.

Accordo raggiunto in 4 mesi dalla firma del mandato 


Luglio 2013 – Azienda agricola toscana produttrice di vino.

Azienda agricola toscana produttrice di vino. L’azienda ci ha affidato il recupero delle perdite subite a fronte di un unico derivato vanilla con primario istituto italiano, estinto nel 2010 in anticipo sulla scadenza naturale. La contrattazione amichevole con la banca, e l’attenta evidenziazione delle criticità da un punto di vista di trasparenza e di cornice contrattuale, hanno consentito il recupero di circa il 50% delle perdite a suo tempo subite.

Accordo raggiunto in 5 mesi dalla firma del mandato 


Maggio 2013 – Azienda produttrice di pavimentazioni in legno della Provincia di Milano

Azienda produttrice di pavimentazioni in legno della Provincia di Milano, ci ha affidato l’analisi di una catena di derivati speculativi, oggi estinti, negoziati con primario istituto italiano, allo scopo di contestare eventuali aspetti illegittimi. La negoziazione con la banca, e la successiva istanza di conciliazione, hanno permesso di ottenere dalla banca un’offerta pari a 1/3 delle perdite complessive.

Accordo raggiunto in 7 mesi dalla firma del mandato 


Maggio 2013 – Impresa di Costruzioni della provincia di Salerno

Impresa di Costruzioni della provincia di Salerno ci ha affidato una serie di derivati di tasso stipulati con primaria banca. Gli ultimi derivati risultavano ancora in essere alla data della Transazione. La banca, a seguito della nostra contestazione circa gli aspetti illegittimi di alcuni dei derivati esaminati, ha offerto l’estinzione a costo zero dei derivati in essere oltre a una cifra per cassa.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato 


Aprile 2013 – Industria tessile della Provincia di Milano

Industria tessile della Provincia di Milano ci ha sottoposto due derivati trattati con primaria banca italiana. Grazie ai rilievi di Martingale Risk contenuti nella relazione tecnica, nonché all’attività di negoziazione e conciliazione promossa da Martingale Risk è stato possibile addivenire ad una transazione che ha permesso alla società di recuperare un importo pari al valore di mercato dei derivati in essere.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato 


Marzo 2013 – Mobilificio della Provincia di Treviso

Mobilificio della Provincia di Treviso. La Società ci ha sottoposto due derivati trattati con primaria banca italiana. Grazie ai rilievi di Martingale Risk contenuti nella relazione tecnica, nonché all’attività di negoziazione e conciliazione promossa da Martingale Risk è stato possibile addivenire ad una transazione che ha permesso alla società di recuperare il 55% delle perdite subite.

Accordo raggiunto in 11 mesi dalla firma del mandato 


Febbraio 2013 – Consorzio Lombardo per i servizi di trasporto

Consorzio Lombardo per i servizi di trasporto. La società ci ha incaricati di verificare la correttezza di due derivati sottoscritti con primaria banca italiana prima dell’introduzione della Mifid. La negoziazione con la banca ha consentito di estinguere a costo zero il derivato ancora in essere oltre al recupero del 25% dei flussi pregressi. Complessivamente sono state recuperate circa il 40% delle perdite.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato 


Gennaio 2013 – Imprenditore edile romano

Imprenditore edile romano che aveva investito in fondo immobiliare di primario istituto bancario. L’attenta disamina della gestione del fondo e del rapporto con gli investitori ha consentito di rilevare criticità significative nella condotta della banca. La transazione amichevole ha consentito di recuperare per cassa il 25% circa delle perdite subite.

Accordo raggiunto in 7 mesi dalla firma del mandato 


Novembre 2012 – Società Petrolifera del Trentino Alto Adige

Società Petrolifera del Trentino Alto Adige. Il cliente era stato indotto dalla banca a stipulare derivati speculativi su cambi e tassi. Nonostante un accordo stipulato con la banca nel 2008, attraverso la nostra negoziazione siamo riusciti a riaprire la trattativa ed a ottenere un’offerta per € 530.000 pari a circa il 35% del Mark to Market negativo dei derivati in essere.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato 


Settembre 2012 – Centro Commerciale della provincia di Napoli

Centro Commerciale della provincia di Napoli: il cliente ci ha affidato l’analisi di 3 derivati stipulati dal 2005 in poi con primaria banca italiana. Facendo leva sui costi occulti applicati dalla banca e su alcuni aspetti speculativi dei contratti, la banca ha restituito circa il 40% del Mark to Market.

Accordo raggiunto in 5 mesi dalla firma del mandato 


Luglio 2012 – Società Alberghiera della Provincia di Milano

Luglio 2012 – Società Alberghiera della Provincia di Milano: la Società cliente ci ha affidato l’analisi di una catena di derivati di tasso, di cui alcuni esotici, con primaria banca italiana. La banca ha restituito la metà delle perdite generati da questi ultimi, prima ancora della conciliazione obbligatoria, a fronte di un patto tombale.

Accordo raggiunto in 7 mesi dalla firma del mandato 


Giugno 2012 – Società Fornitrice di macchinari ospedalieri

Società Fornitrice di macchinari ospedalieri: la Società ci ha incaricati di analizzare la catena di derivati speculativi trattati nel corso degli anni con primaria banca italiana ed oggi estinti. La Banca ha restituito il 55% della perdita complessiva prima della conciliazione obbligatoria.

Accordo raggiunto in 8 mesi dalla firma del mandato 


Maggio 2012 – Società Cartotecnica Lombarda

Società Cartotecnica Lombarda: il cliente aveva stipulato una “catena” di derivati esotici. Attraverso la nostra negoziazione è riuscita a recuperare circa il 40% delle perdite complessive.

Accordo raggiunto in 9 mesi dalla firma del mandato 


Maggio 2012 – Società di Consulenza Informatica della Provincia di Parma

Società di Consulenza Informatica della Provincia di Parma: il cliente ci ha affidato la perizia e la negoziazione con la banca su una catena di derivati esotici su tassi di interesse. Abbiamo ottenuto in conciliazione la restituzione di circa il 60% della perdita complessiva.

Accordo raggiunto in 5 mesi dalla firma del mandato 


Aprile 2012 – Un’Azienda di autotrasporti veneta

Un’Azienda di autotrasporti veneta ci ha sottoposto un derivato di “copertura” (fisso contro variabile) che registrava perdite rilevanti. L’analisi della documentazione a supporto ci ha consentito di rilevare che non era in regola con la normativa MIFID. La negoziazione con la Banca condotta da Martingale Risk ha consentito al Cliente di recuperare il 50% delle perdite subite.

Accordo raggiunto in 7 mesi dalla firma del mandato 


Aprile 2012 – Società produttrice di macchinari industriali nella provincia di Treviso

Società produttrice di macchinari industriali nella provincia di Treviso: il cliente ci ha sottoposto un contratto esotico estinto nel 2008. La banca ha offerto la restituzione del 61% delle perdite totali.

Accordo raggiunto in 4 mesi dalla firma del mandato 


Marzo 2012 – Azienda grossista di materiale per l’edilizia Toscana meridionale

Azienda grossista di materiale per l’edilizia Toscana meridionale ci ha sottoposto una “catena” di derivati esotici negoziati tra il 2003 ed il 2007, l’ultimo ancora in essere. La Banca ha offerto al cliente il 50% del valore negativo del mark to market del derivato.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato 

Contatti

Roma - sede legale: Largo del Nazareno 15, 00187

Phone: 06/32652828
Fax: 06/4883638
Email: contact@martingalerisk.com

Altre sedi

Milano: via Privata Maria Teresa 4, 20123
Phone: 02/89092280

Martingale Risk Ltd
London UK: Ludgate Square EC4M