Un altro Tribunale italiano condanna un istituto di credito a causa di un mutuo contenete la clausola di indicizzazione degli interessi ad una valuta estera.

Dopo l’Ordinanza del Tribunale di Roma del 3 gennaio 2017, anche il Tribunale di Busto Arsizio conferma l’illegittimità di tale condizione.

Con Sentenza 375/2017 del 10 marzo 2017, il Tribunale di Busto Arsizio ha condannato una nota banca internazionale alla restituzione in favore del cliente di Euro 14.110,66 oltre interessi legali, per via della clausola contrattuale che indicizza gli interessi del mutuo al franco svizzero.

I clienti avevano sottoscritto con la stessa banca due contratti di mutuo indicizzati al franco svizzero, rispettivamente in data 6/7/2010 e 31/3/2010. Nel 2012 però uno dei due ha richiesto l’estinzione anticipata del proprio contratto.

La banca ha quantificato in Euro 88.106,61 la somma da corrispondere in unica soluzione per chiudere anticipatamente il mutuo, oltre all’ulteriore somma di Euro 14.110,66 da pagare a titolo di rivalutazione monetaria prevista da contratto.

Il cliente, dopo aver bonificato entrambi gli importi, ha citato in giudizio la banca sostenendo di fronte al Giudice l’illegittimità della pretesa creditoria nei suoi confronti, con particolare riguardo alle previsioni contrattuali che prevedevano il calcolo della “rivalutazione monetaria”.

Il Consulente Tecnico d’Ufficio incaricato dal Giudice ha qualificato i contratti in esame in termini di contratti di mutuo in euro indicizzato al franco svizzero, andando a verificare il meccanismo di determinazione dei conguagli semestrali applicati dalla banca, secondo le modalità indicate al punto 4 dei contratti , e l’art. 7 relativo all’estinzione anticipata del mutuo.

Sul base di tale accertamento, il Giudice ha accolto la domanda del cliente e condannato la banca alla restituzione delle somme ricevute a titolo di rivalutazione monetaria, pari ad Euro 14.110,66 oltre interessi legali.

Procedendo ad una verifica preliminare totalmente gratuita del proprio mutuo si può individuare la presenza di condizioni usurarie o clausole illegittime che, se validamente contestate, possono portare alla restituzione di tutte le somme indebitamente pagate alla banca nel corso degli anni.

 

Per effettuare una analisi preliminare gratuita in pochi giorni, abbiamo bisogno di ricevere la seguente documentazione:

– contratto di mutuo comprensivo del piano di ammortamento

– copia delle polizze assicurative stipulate

– conteggio di estinzione anticipata eventualmente richiesto (per mutui indicizzati alla valuta estera)

 

Per prenotare un check-up gratuito è sufficiente compilare il form sul ns sito (www.martingalerisk.com) oppure scrivere a info@martingalerisk.com o contattare i ns uffici ai seguenti recapiti telefonici:

Roma – Largo del Nazareno, 15

Tel. 800 057750 – 06/32652828

 

Milano – Via Privata Maria Teresa, 4

Tel. 02/89092280

 

Con i migliori saluti,

Martingale Risk